Valutazione dei risultati dei test pilota e lezioni apprese

Valutazione dei risultati dei test pilota e lezioni apprese

Durante il periodo autunnale del 2016 sono stati organizzati 4 test pilota, uno in ogni paese coinvolto nel progetto (Italia, Austria, Slovenia e Finlandia), in cui gruppi di persone anziane hanno provato e sperimentato I viaggi e le attività proposte. In ciascun paese sono state selezionate 14 persone, e sono stati organizzati degli scambi incrociati fra le destinazioni: fra Italia e Finlandia, e fra Slovenia e Austria.

Gli accompagnatori (tutor) dei viaggi hanno chiesto ai partecipanti di compilare due questionari, uno all’inizio e uno alla fine dei viaggi.

QUESTIONARIO PROFILO

Dai risultati del primo questionario è emerso che:

Le persone anziane ritengono molto importante in un viaggio visitare posti panoramici, provare nuove esperienze e vivere a contatto con la natura. Il loro modo di approcciarsi al viaggio è piuttosto tradizionale, desiderano visitare varie attrazioni (luoghi famosi, castelli, etc…), apprendere informazioni sul paese che visitano, sui suoi abitanti e sui loro costumi, e in generale conoscerne la cultura, la storia, etc. (viaggio educativo).

A livello generale, per le persone anziane che viaggiano sono importanti una buona organizzazione dell’arrivo alla destinazione, la presenza di guide turistiche che parlino la loro lingua, la qualità dei servizi di accoglienza e la possibilità di visitare la campagna e attrazioni naturali.

In particolare dai questionari risulta che:

I partecipanti austriaci hanno apprezzato il programma e le attività in Slovenia: ad esempio il viaggio a Piran e il tour nel centro di Izola, così come la visita alla chiesa di Hrastovleje e alla fattoria, con visita degli animali e degustazione delle olive. Sono stati valutati negativamente il programma troppo lungo e pieno delle visite panoramiche e l’accessibilità dell’hotel e delle sue stanze. Inoltre I cambiamenti apportati all’ultimo al programma sono stati criticati da alcuni, mentre altri li hanno apprezzati.

Il gruppo austriaco si è espresso favorevolmente sulla possibilità di consigliare il viaggio ad altre persone anziane; hanno apprezzato il divertimento e l’atmosfera positiva, assieme alla ricca offerta del programma. Molti partecipanti hanno apprezzato il programma complessivo delle visite, la competenza delle guide e dello staff dell’hotel.

Alcuni partecipanti sono stati soddisfatti dalla ricca offerta, mentre altri avrebbero preferito un programma meno impegnativo, con momenti di pausa più lunghi. Inoltre, sarebbero state preferite maggiori attività culturali e sportive. È stata fatta presente la necessità di attrezzature per disabili presso l’hotel (come ad esempio pulsanti di emergenza nelle docce), e la disponibilità di informazioni nella propria lingua d’origine. La stazione ferroviaria di Ljubljana è stata ritenuta non adatta alle persone anziane, mentre il programma del giorno finale è stato considerato eccessivamente impegnativo.

I partecipanti sloveni hanno apprezzato in particolar modo I seguenti aspetti del loro viaggio in Austria: la visita all’azienda Vulcano, al castello di Kornberg, il museo geologico, la passeggiata nella foresta, il mercato dell’Avvento e l’esperienza del canto nella sala comunale. Anche il laboratorio di artigianato è stato molto apprezzato, così come le attività sociali, come gli esercizi di meditazione in compagnia di Helga e Joseph. La visita alla manifattura Zotter è stata valutata in modo ambivalente, e il clima non è stato favorevole, causando anche la scivolosità del sentiero durante la visita al castello di Kapfstein. Le critiche hanno riguardato la mancanza di kit d’emergenza durante l’escursione nella foresta, e le informazioni discordanti sul luogo di incontro e di attività presso la sala comunale.

Inoltre, un partecipante ha lamentato la mancanza di menù, brochure e programmi televisivi in altre lingue, in quanto disponibili solo in Tedesco, ma tutti i partecipanti hanno fortemente apprezzato la presenza di una cameriera slovena al Cafè. Al gruppo sloveno sono piaciuti soprattutto la buona location, il programma ricco e interessante, e la composizione dello stesso gruppo di viaggio. Hanno apprezzato il programma ben scelto, adatto a loro e curato. Gli abitanti locali e gli ospiti sono stati considerati molto accoglienti e piacevoli; l’organizzazione del viaggio è stata ritenuta eccezionale.

Alcuni avrebbero preferito avere un programma più vario da cui poter scegliere, e altri ancora avrebbero voluto avere l’opportunità di incontrare persone anziane del luogo. Ci sono state anche alcune lamentele sui luoghi ritenuti non adatti alle persone anziane, vista la presenza di sentieri e scalini scivolosi durante le visite. Le informazioni discordanti sull’ultimo evento hanno creato insicurezza e confusione in alcuni membri del gruppo.

Il programma in Italia è piaciuto molto al gruppo finlandese: soprattutto visitare il centro di Lucca, un monastero, la torre di Pisa e un’azienda agricola. I partecipanti hanno apprezzato la tranquillità di visitare senza fretta i vari luoghi e partecipare alle attività, mentre hanno criticato il dover camminare troppo e la mancanza di tempo per riposarsi. Anche le condizioni climatiche non favorevoli (la pioggia durante una passeggiata) sono state valutate negativamente dalla maggior parte dei partecipanti.

In sintesi, I partecipanti finlandesi hanno apprezzato più di tutto le visite a luoghi e città, come Pisa, la Certosa di Calci e Lucca. Le guide e la buona atmosfera creatasi nel gruppo sono state positivamente valutate. La location dell’hotel fuori dalla città, in campagna, è stata meno apprezzata, poiché richiedeva pulmini per i transfer. I partecipanti hanno indicato inoltre che avrebbero gradito maggiori occasioni per incontrare persone anziane del luogo, ascoltare la musica locale e fare shopping. Le cattive condizioni climatiche, soprattutto durante la visita a Pisa, non sono piaciute, e sarebbe stata preferita una maggiore varietà nel menù dell’hotel.

Del viaggio in Finlandia, il gruppo italiano ha apprezzato soprattutto: la vista al castello di Olavlinna, il museo della foresta, il pranzo al cottage privato delle guide turistiche, un evento serale e la crociera sul lago Saimaa. Grande successo hanno avuto le interazioni sociali con alcune donne finlandesi che studiano italiano, perché hanno permesso di comprendere la cultura finlandese senza barriere linguistiche. Sono piaciuti inoltre la camminata Nordica e la passeggiata attorno al lago. Alcune persone non hanno gradito il cibo (la varietà, la temperatura, al freschezza), mentre altri partecipanti hanno lamentato il poco tempo a disposizione per visitare il museo e per altre attività culturali.

I partecipanti italiano sono stati colpiti dalla cultura finlandese e dalla socievolezza dei suoi abitanti. Il viaggio è stato giudicato come ben organizzato, e come un’esperienza nuova, bella e interessante. Sono piaciuti l’atmosfera accogliente e piacevole, e le persone amichevoli, così come l’ambiente naturale, e l’incontro con gli abitanti locali. Per alcune persone il viaggio per arrivare in Finlandia è stato troppo lungo. Altri avrebbero preferito la presenza di più guide, che parlassero nella loro lingua.

I risultati complessivi dei questionari di valutazione rivelano che il 61% dei partecipanti ha valutato il proprio viaggio come “eccellente”, il 29% come “piuttosto buono”, mentre il 9% non ha risposto – d’altronde nessuno può essere costretto a dare la propria opinione. Per quanto riguarda la valutazione delle attività svolte nei vari giorni del viaggio: il 72% dei partecipanti le ha valutate con “ottimo”, il 27% con “abbastanza buono” (in generale il primo e l’ultimo giorno dei viaggi sono state le giornate con le valutazioni più positive); il 64% dei partecipanti si è dichiarato favorevole al consigliare il proprio viaggio agli amici. Tutti i partecipanti, infine, hanno concordato che gli accompagnatori (tutor) avessero svolto un lavoro eccellente.